dpr5

Quella cinese è una delle cucine più gettonate ma allo stesso tempo una delle più controverse: è una delle cucine più note e più apprezzate del mondo, assieme a quella italiana. Ma è anche oggetto di luoghi comuni semplicistici e limitanti, nonché di pregiudizi e diffidenze prive di fondamento. Quello che noi in Italia conosciamo come un insieme di piatti strafritti e zuppi d’olio, tanto da farci temere di non passare indenni la “prova gabinetto” della mattina successiva, è in realtà una cultura gastronomica con radici millenarie, testimone di antichi saperi, saggezza contadina, che ci offre un immenso corollario di aneddoti, curiosità e vicende storiche.

sushi

Una di queste vicende è quella legata alla carne alla Dongpo. Su Shi, detto anche Su Dongpo, era un poeta e calligrafo della dinastia Song (X-XIII secolo), attivo nella città di Hangzhou. Ai tempi era prassi comune che i letterati più talentuosi coprissero anche cariche istituzionali, e così Su Dongpo oltre ad essere un poeta prolifico era anche un funzionario di governo attento ai bisogni della città e della sua gente.

 

Per questo egli era molto amato dal popolo. Un giorno, per rendergli omaggio, i cittadini di Hangzhou gli recarono in dono della carne di maiale e del vino. Il poeta spinto dalla sua proverbiale generosità disse al popolo: “Mangiamo la carne e il vino assieme!”, con l’intento di invitare i popolani ad unirsi al banchetto. Ma nella loro semplicità i popolani devono aver frainteso l’esortazione del poeta, quindi, pensando di compiere il suo volere, cucinarono la carne assieme al vino. Il risultato fu una succulenta pietanza, dalla carne tenera perché brasata a lungo nel brodo di vino, il cui grasso risulta dolce e non nauseante, con una “scioglievolezza” da fare invidia a un Lindor! Pare che il letterato apprezzo così tanto questa pietanza che si decise di battezzarla con il suo nome. Fu così che il grande poeta Su Dongpo, senza volerlo, inventò uno dei piatti più celebri e prelibati della cucina cinese. Una storia non molto diversa da quella della nostra pizza Margherita, altro piatto del “popolo” nobilitato da un personaggio illustre.

dpr

La carne alla Dongpo viene abitualmente preparata in grossi cubi di carne di maiale, elegantemente servita in monoporzioni accompagnata da riso al vapore e verdure.

A me è venuta l’acquolina e a voi?

dpr3 (1)

condividi dai non fare il tirchio!Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook