Le Gole dell’Alcantara sono uno dei luoghi più belli dell’intera Italia e rappresenta un contesto naturalistico meraviglioso, il quale si sviluppa per ben 14 km. Per chi ama i posti rocciosi e selvaggi, la natura boschiva e viste degli orizzonti mozzafiato, questa è la destinazione che fa per te.

Si trovano nella parte orientale della Sicilia e formano un canyon singolare e suggestivo. Sono conosciute anche come Gole di Larderia e si sono formate nel corso del tempo grazie all’erosione delle rocce dovuta alla presenza del fiume che scorre lungo la valle.

Le gole sono composte da enormi massi di rocce, le quali risalgano a milioni di anni, a seguito di eruzioni vulcaniche. Le colate di lava hanno plasmato le rocce conferendogli forme suggestive, come prismi, che ancora oggi sono riconoscibili.

Il Canyon candidato all’UNESCO

Le bellissime gole sono alte più di 25 metri e la loro profondità può arrivare anche fino a 5 metri. Le sue misure, hanno fatto si che questo bellissimo posto venisse candito come patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Le gole, infatti, sono disperse tra ben quattordici comuni, che si trovano tra le province di Messina e Catania. Lo splendore di questo posto circondato da molte bellezze naturali ha portato gli enti dei comuni ad unirsi insieme per richiedere questo importante riconoscimento.

Quello di Taormina è stato l’ideatore della presentazione della candidatura tra i 22 comuni partecipanti e le motivazioni che lo hanno spinto ad essere il promotore riguardano l’immensa bellezza del territorio e le caratteristiche paesaggistiche e archeologiche del posto, che lo rendono unico nel suo genere.

Le attività da fare ad Alcantara

Presso le Gole dell’Alcantara è possibile divertirsi in compagnia e trascorrere una vacanza unica. Sicuramente, è uno dei luoghi più apprezzati da chi ama il trekking: i sentieri presenti sono infatti sia percorribili a piedi che in bici.

I percorsi disponibili sono molteplici: c’è quello Botanico Geologico, per coloro che sono degli appassionati di piante e animali; il Sentiero del Grand Canyon, il quale è formato da una parte fluviale e da un altro pezzo sui monti; e il Sentiero Cascata di Venere attraverso cui è possible percorrere le gole con muta e casco e tutto l’equipaggiamento necessario.

Lungo i percorsi attrezzati è possibile anche trovare dei punti panoramici spettacolari, la cui vista vi lascerà a bocca aperta: ad esempio, potrete affacciarvi dalla Terrazza di Venere e dal Balcone delle Muse.

Oltre al trekking e alle arrampicate, è possibile praticare anche alti sport. I percorsi a cavallo sono quelli che vanno più di moda, in quanto sono apprezzati particolarmente dalle famiglie con bambini. È possibile esplorare il Parco Fluviale dell’Alcantara, che si trova vicino le gole, attraverso i vari percorsi ippici che vi sono, per una totale immersione nella natura.

Come arrivare alle Gole di Larderia

Per arrivare alle gole bisogna prendere la strada statale 114 che va da Messina a Catania e poi proseguire sulla deviazione che porta a Giardini Naxos (SS. 185). Se non si arriva dalla Sicilia, allora è ovviamente necessario prima recarsi a Reggio Calabria e poi prendere il traghetto che ti poterà a Messina, oppure direttamente un autobus che si dirige a Catania.

Arrivati al Parco è possibile parcheggiare lì vicino e scendere lungo le gole. Al ritorno c’è da affrontare una salita molto ripida, pertanto è consigliabile prendere l’ascensore.

Si può arrivare ad Alcantara anche attraverso l’Autostrada 18, sempre prendendo poi l’uscita che porta a Giardini Naxos. Dopodiché devi prendere la strada che, in 12 km, ti porterà in direzione Francavilla di Sicilia. Hai intenzione di recarti alle Gole dell’Alcantara prendendo il traghetto da Reggio Calabria, allora consulta le tariffe e gli orari sul seguente sito.

Conoscete le gole dell'Alcantara?

Ecco un altro angolo affascinante d'Italia. Si trova nella parte orientale della Sicilia.

Pubblicato da Focus su Martedì 4 giugno 2019
condividi dai non fare il tirchio!Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook