Tra arte e borghi nascosti, la Calabria è sempre stata una delle regioni più apprezzate in tema di viaggi, specialmente per via del cibo, dei panorami e del mare.

È un luogo ideale anche per il soggiorno sostenibile: sempre di più, oramai, si va alla ricerca di mete che valorizzano le risorse naturali e storiche del territorio, cercando di fare scelte che non danneggiano l’ambiente. Di sicuro la Calabria è anche questo, con località che favoriscono il turismo lento e cibi biologici a km zero.

1. Il parco naturale della Sila

Si trova tra le province di Cosenza, Catanzaro e Crotone e rappresenta il polmone verde della Calabria. È un posto perfetto per gli amanti della natura, i quali, se saranno fortunati abbastanza, potranno anche incontrare diversi esemplari come il cinghiale, il cervo e perfino il lupo della SIla.  

Oltre alla villeggiatura, l’attività principale è caratterizzata dalle escursioni: è possibile, infatti, noleggiare biciclette, fare trekking oppure anche andare a cavallo tra i vari sentieri, dove si possono raccogliere funghi, anche particolarmente pregiati.

2. Tropea

La Calabria è anche importante per via delle spiagge e dei meravigliosi litorali che affacciano sul Mar Ionio e sul Tirreno. Tra le tante, una delle più famose è quella di Tropea. Il mare cristallino e le distese di sabbia bianche rendono questa zona una delle più suggestive e ambite dell’estate. 

È l’ideale non solo per i giovani, ma anche per le famiglie che vogliono trascorrere una vacanza all’insegna del mare e del relax. Una delle attrazioni più conosciute è sicuramente il Santuario di Santa Maria dell’Isola, che si trova su un piccolo promontorio. Una volta giunti in cima si può apprezzare la meravigliosa atmosfera di silenzio e piena di spiritualità che avvolge tutto il luogo.

3. Le Castella

La Calabria possiede anche testimonianze storiche e la fortezza aragonese di Le Castella ne è un esempio. Dagli ultimi scavi archeologici si è scoperto la presenza nei fondali di blocchi architettonici di epoca ellenistica; ciò lascia intuire che tutta l’area doveva proseguire anche verso il mare.

Sotto la dominazione di Federico d’Aragona, il castello subisce altre modifiche, con l’introduzione di possenti bastioni quadrangolari al fine di aumentare la capacità difensiva della fortezza. Oggi si può godere di una vista meravigliosa dalle torri del castello e osservare i fondali grazie a dei tour su battelli a fondo trasparente. Potrete prenotare il vostro tour qui.

4. Piazza San Rocco, Reggio Calabria

Uno dei luoghi più romantici è la piccola cittadina di Scilla. Qui è possibile visitare il centro e il belvedere di Piazza San Rocco. Il percorso si può percorrere anche in auto, ma per apprezzare i vicoli di Scilla, i suoi luoghi caratteristici e per immergersi nei profumi e nelle tradizioni del posto conviene andare a piedi.


Dopo una bella passeggiata per le vie del borgo, si arriva al cuore della cittadina: la terrazza “sull’infinito”. Dalla qui potrai ammirare la Marina Grande e lo stretto, un vero e proprio spettacolo per i tuoi occhi.

5. Il paesino di Pentadattilo

Questo è uno dei borghi più suggestivi e particolari e il suo nome significa “di cinque dita”. Infatti la rupe è formata da cinque pinnacoli rocciosi che sembrano le dita di una mano. Per raggiungerlo è necessario percorrere un bel tratto a piedi, in quanto non è accessibile con l’auto, pertanto è consigliabile un abbigliamento sportivo.

Il momento più bello però è quando arriva il tramonto, in quanto le montagne si colorano di rosso, che rappresenta il sangue di Lorenzo Alberti, ucciso da un barone. Attenzione quindi, perché secondo la leggenda il suo fantasma si aggira ancor’oggi per le stradine di Pentadattilo.

condividi dai non fare il tirchio!Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook