Su tutta la penisola italiana sono presenti innumerevoli chiese, molte delle quali hanno una struttura particolare, oppure si trovano in luoghi nascosti. Tra queste, vi è il Tempio di Valadier, una chiesa costruita in un’antica grotta di Frasassi, nelle Marche.

Il nome della chiesa deriva dall’architetto che ha progettato la struttura e riusci a far costruire il Tempio tra le pareti di marmo della caverna. La grotta in cui è incastonato questo gioiello di architettura fa parte del Parco Naturale della gola della Rossa e Frasassi e alle spalle della chiesa è presente un vasto sistema di cavità.

Ecco, quindi, cosa visitare al Tempio di Valadier e come arrivarci.

La struttura e la storia della chiesa

Il Tempio di Valadier ha una pianta ottagonale e si trova vicino all’eremo di Santa Maria Intra Saxa, che risale al XI secolo. La struttura è in stile neoclassico, mentre la cupola è ricoperta da lastre di piombo. All’interno vi era una statua della Madonna col Bambino di Antonio Canova, che ora è stata sostituita con una copia. La versione originale è invece conservata nel Museo di Arte Sacra di Genga, il quale si trova non molto lontano dalle grotte.

La grotta fu usata inizialmente dalla popolazione come un rifugio, tant’è che durante le operazioni di costruzione del Tempio furono ritrovate anche ossa umane e utensili per cucinare. La chiesa, infatti, fu nominata dal Papa come il “Rifugio dei peccatori”, non solo perché veniva usato per nascondersi dai saccheggiatori, ma anche perché era un luogo dove le anime si potevano purificare e i credenti pregare per chiedere perdono per i propri peccati.

Per ammirare al meglio la bellezza unica del Tempio è consigliabile guardarlo dal retro della grotta, da dove si può osservare la luce che colpisce la struttura e la rende ancora più elegante e entusiasmante.

Nello stesso parco del Tempio di Valdier, si trova anche l’Abbazia di San Vittore delle Chiuse, che ha una struttura romanica e fu costruita dai Longobardi. Prorpio accanto alla chiesa nella caverna è possibile visitare anche il Santuario lo Santuario della Madonna di Frasassi, anch’esso incastonato nella roccia.

Cosa vedere della chiesa

Il periodo dell’anno più bello per visitare il Tempio di Valadier è quello di Natale. Nelle Grotte di Frasassi, infatti, si svolge ogni anno il presepe vivente più grande al mondo, con più di 300 figuranti, che attrae visitatori da ogni parte, grazie al suo scenario sorprendente ed esclusivo.

Oltre al luogo, che ricorda esattamente quello in cui nacque Gesù, ogni dettaglio del presepe viene rappresentato in modo meticoloso; perfino il cibo viene cucinato sul momento e distribuito ai visitatori.

Sei un atleta o un appassionato di climbing, allora questo è esattamente il luogo perfetto per praticare sport di questo tipo. Le pareti della grotta in cui si trova la chiesa vengono, spesso, usate per le arrampicate e addirittura esiste anche un evento, il Frasassi Climbing Festival, in cui atleti da tutta Italia si sfidano a scalare le pareti rocciose.

Come raggiungere il Tempio di Valdier

Se vuoi raggiungere il Tempio scavato nella grotta con la tua auto, ti basterà seguire le indicazioni stradali. Per prima cosa devi percorrere la strada che ti porterà prima alle Grotte di Frasassi e poi nel paese di Genga.

Sulla strada troverai sicuramente i cartelli stradali per raggiungere la chiesa, ma arrivato ad un certo punto dovrai parcheggiare la tua macchina. Da qui, infatti, sarà possibile proseguire solo a piedi. Poi, ti aspetterà una bella salita di 700 metri, che però ne varrà la pena per ammirare il panorama unico e la vista mozzafiato.

Una visita al Tempio di Valadier è l’ideale per passare un weekend con i propri familiari. Il tragitto, infatti, è percorribile facilmente anche da chi ha dei passeggini.

condividi dai non fare il tirchio!Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook