Per godesi una buona vacanza non è per forza necessario cercare località famose spesso affollate e anche molto costose. A volte basta cercare mete sconosciute per divertirsi attraverso passeggiate tra le campagne, panorami mozzafiato e isole selvagge.

Il nostro territorio, infatti, è pieno di storia e di fascino, ricco di meraviglie naturali, arte e specialità gastronomiche che non sempre sono conosciute e rimangono dei borghi nascosti.

Per chi, quindi, non ha ancora deciso dove andare in vacanza e cerca mete poco turistiche, ecco i 5 posti inesplorati da visitare assolutamente almeno una volta nella vita.

1. Il Cristo degli Abissi a San Fruttuoso

Spesso sentiamo parlare di Portofino, in quanto è una località molto rinomata per via dei numerosi VIP che ci soggiornano. Non tutti sanno però, che lì vicino si nasconde una meta poco battuta, che sicuramente vi lascerà a bocca aperta.

Parliamo della splendida statua del Cristo con le braccia protese verso l’alto, situata a Camogli. Questa rappresenta la storia del nostro Paese. Infatti, fu realizzata con il bronzo di medaglie e di alcune parti di navi, donate dalla marina militare americana, come le eliche di sommergibili.

Tra le mete sconosciute, questa è sicuramente una delle più entusiasmanti. Non solo perché è dedicata a coloro che hanno perso la vita in mare, ma anche perché è circondata dalla raggiante macchia mediterranea.

2. Montefalco, Umbria

È spesso rinomata per il vino che viene prodotto qui, ma questa piccola cittadina riserva molto di più. La posizione geografica è sicuramente un suo vantaggio, tant’è che ha preso anche l’appellativo di “Ringhiera dell’Umbria”. Questo perché da qui si può ammirare il belvedere delle cittadine circostanti, come ad esempio Assisi, Perugia e Spoleto.

Il tour della città inizia dalle sue splendide mura medievali, che, al loro interno, racchiudono molte chiese tra cui quella di San Francesco. A Montefalco, infatti, si possono visitare gli affreschi di Benozzo Gozzoli denominati Storie della vita di San Francesco, e le opere di altri artisti.

Nella pinacoteca è conservata, inoltre, anche una raccolta di Arti Minori e nella cripta del Museo Civico si trovano reperti archeologici di varie epoche.

3. Il parco dei Mostri di Bomarzo

Sicuramente tra le mete meno conosciute c’è il parco di Bomarzo, famoso anche con il nome di Sacro Bosco, che si trova vicino Viterbo. È uno dei luoghi più affascinanti della nostra penisola per via della presenza di sculture di basalto raffiguranti animali mitologici, mostri e divinità.

Se vuoi perderti in un’atmosfera fantastica, allora questo affascinante labirinto è il luogo che fa per te. Gli edifici e le sculture che lo adornano riprendono l’architettura classica, ma hanno una prospettiva particolare che disorienta l’osservatore.

Per raggiunge il parco si può usare l’autostrada del Sole A1, prendendo poi le uscite di Orte e Attigliano. Se non si vuole venire con la propria auto , il consiglio è quello del noleggio con conducente (NCC) disponibile da Roma. Potete noleggiare il vostro NCC qui.

4. Spiaggia lunga a Stromboli

Per gli amanti della tranquillità, la “Spiaggia lunga” è l’ideale, situata sul lato settentrionale di Stromboli, tra il vulcano e il mare. Qui sarà possibile rilassarsi sopra la soffice sabbia nera e godersi il mare spettacolare. È raggiungibile a piedi, lungo la strada che conduce all’osservatorio, tra Punta Restuccia e Punta Frontone.

È ottima anche per coloro che sono alla ricerca dell’abbronzatura perfetta. All’estremità della spiaggia potrete trovare una parte rocciosa dove rilassarsi e prendere il sole.

5. Porto Venere, Liguria

Si trova vicino a La Spezia ed è il comune più piccolo di questa provincia. È stato inserito dall’UNESCO nell’elenco dei patrimoni dell’umanità nel 1997, insieme alle isole Palmaria, Tinetto e alle Cinque Terre.

L’ingresso al piccolo paese è dato dalla Porta del Borgo, che si affaccia su piazza Bastreri; questa è affiancata alla torre del XII secolo. Prima del castello, si trova il centro storico medievale, dove si affacciano diverse botteghe che vendono le specialità tipiche di questa zona.

condividi dai non fare il tirchio!Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook