Terra Madre e Salone del Gusto, se deve essere cambiamento deve partire da noi

#foodforchange è il manifesto di Terra Madre e Salone del Gusto 2018. Slow Food ha presentato ufficialmente la 12° edizione che si terrà dal 20 al 24 settembre a Torino.

In apertura alla conferenza stampa, il 6 giugno a Torino nel nuovo spazio Nuvola Lavazza, la lettura della dichiarazione di Chengdu, condivisa ad ottobre 2017 dai 400 delegati partecipanti al Congresso internazionale di Slow Food in Cina, per ricordare ai presenti che “Il cibo buono, pulito, giusto e sano è un diritto di tutti”, al primo punto della dichiarazione.

“E’ in Piemonte e a Torino il più grande evento planetario sulla cultura del cibo”. Parole di Carlo Petrini, presidente di Slow Food. Realizzato da Slow Food, Città di Torino, Regione Piemonte, in collaborazione con il Mipaaf (Ministero delle politiche alimentari e forestali) e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, insieme al contributo delle grandi aziende e banche.

Nell’edizione 2018 Terra Madre Salone del Gusto va oltre il centro città e oltre Torino, e raggiunge i quartieri di Aurora, San Salvario, Mirafiori Sud, San Pietro in Vincoli, e poi il territorio piemontese.

L’evento è imperdibile perché occasione unica per incontrare e conoscere i 5mila delegati di Terra Madre che sono i contadini, pescatori, cuochi, docenti, ricercatori provenienti da tutto il mondo. Carlo Petrini esprime concetti chiari: “Terra Madre è “maestra di pensiero”. Simbolo di comunità e la comunità oggi ritorna ad essere uno dei principali argomenti dell’agire collettivo e politico”.

Molti delegati sono ospiti delle famiglie piemontesi: quest’anno oltre a Torino sono 120 le Città di Terra Madre, ovvero i comuni e i cittadini piemontesi ospitanti. Obiettivo è arrivare a quota 2000 delegati da accogliere e c’è ancora la possibilità di candidarsi qui

https://salonedelgusto.com/piemonte-apre-le-porte-terra-madre-salone-del-gusto/

Non resta che essere visitatori partecipanti a: gli eventi – oltre 150 -, ai laboratori del gusto, i forum tematici #foodforchange di Terra Madre Salone del Gusto, le grandi conferenze con scrittori, filosofi, giornalisti, il mercato dei produttori italiani e internazionali, i Presidi Slow Food, le cucine di strada, i birrifici artigianali. Per partecipare ad alcuni eventi occorre prenotare.

I luoghi: a Torino, al Lingotto Fiere e Oval, nel centro città in piazza Castello, Palazzo Reale e Piazzetta Reale, Palazzo Regione Piemonte; e nei quartieri di Aurora alla Nuvola Lavazza, di San Salvario, Mirafiori Sud, San Pietro in Vincoli.. Per l’ingresso al Lingotto Fiere biglietto a 5 euro in prevendita; a 10 euro in biglietteria.

https://salonedelgusto.com/

Ale Galassia

condividi dai non fare il tirchio!Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook