Ciao a tutti, mi chiamo Domenica Mallone e fin da ragazza sono sempre stata interessata al benessere psicofisico della persona; da qui è scaturita la necessità di studiare in modo approfondito l’uomo nella sua globalità e di osservare l’interazione tra mente e corpo. Questo mi ha spinto a laurearmi in Psicologia con indirizzo clinico e di comunità e, inseguito, di diplomarmi in Naturopatia con indirizzo psicosomatico.
In qualità di naturopata mi sono specializzata nei trattamenti ayurvedici e, siccome hosempre nutrito una grande passione per lo Yoga, ho conseguito anche il diploma per insegnanti Yoga. Dal 1998 opero come libera professionista in questo ambito.
Da sempre cerco di curare la mia alimentazione in modo che sia orientata al sano e naturale; avendo una innata passione per la cucina (soprattutto per i dolci) mi diverto a sperimentare ricette con ingredienti non tradizionali come la farina di canapa, il latte di soia, il tofu, e via dicendo.
Mi piacerebbe condividere tutto questo con voi, proponendovi ricette curiose, inaspettate e -perché no- divertenti, sempre naturalmente in chiave olistica.
Non avete ben chiaro il concetto di “chiave olistica”? Bene, seguitemi su queste pagine e lo scoprirete …
Domenica.

Torta al cioccolato con topinambur e amaretti

Volevo cucinare un dolce e siccome avevo dei topinambur nella dispensa mi è venuta l’idea di usarli come ingrediente per questa torta, adatta anche a chi è celiaco o intollerante a latte e lattosio perché ho usato farine prive di glutine e sostituito burro e latte con olio e bevanda di soia.
Parliamo un po’ del topinambour: è un tubero simile alla patata dolce il cui sapore ricorda quello del carciofo (infatti è detto anche carciofo di Gerusalemme). Rispetto alla patata (anch’essa un tubero) ha poco amido e tanta inulina che aiuta a controllare la glicemia e per questo è ben tollerato dai diabetici.

torta al cioccolato con topinambur e amaretti
Torta al cioccolato con topinambur e amaretti

Inoltre il topinambur riduce i valori di colesterolo: non ha grassi e regolarizza l’attività intestinale, tant’è vero che potete aggiungerlo alla pappe dei bambini per aiutare la loro regolarità intestinale. Inoltre ha circa il 2% di proteine vegetali, è ricco di magnesio, zinco, potassio, fosforo e vitamine A B H.
Sapevate che se siamo carenti di vitamina H possiamo accusare stanchezza, sonnolenza, disturbi della pelle e dolori muscolari? Mangiamo allora cibi che contengono questa vitamina come ad esempio il tuorlo d’uovo, la frutta secca, il riso integrale, le lenticchie e i piselli, le carote e il cavolfiore.

Il topinambur è meglio usarlo crudo o cucinato velocemente e si consiglia di consumarne al massimo 200 g. al giorno per non far lavorare troppo l’intestino ed evitare gonfiori. Di solito vengono consumati crudi in insalata, saltati in padella o cotti al vapore e usati poi in accoppiata a risotti, altri ortaggi o nella pasta al forno.
Considerate che la buccia del tapinambour, se ben lavata, potete anche evitare di toglierla.
Io li ho usati per questa TORTA AL CIOCCOLATO CON AMARETTI e penso che i topinambour l’abbiano resa molto morbida e soffice.
Ecco la ricetta.

Ingredienti:
200 gr di topinambur crudo e grattugiato
100 gr di farina di ceci
100 gr di farina di riso
100 gr di amaretti sbriciolati
50 gr di cacao amaro in polvere
2 cucchiaini di cremor tartaro
Alcune gocce di essenza di mandorla.
130 gr di zucchero di canna integrale
70 ml olio di riso
200 gr di latte di soia

Unite in una ciotola tutti gli ingredienti secchi e poi versate l’olio e amalgamate un po’ per poi aggiungere il latte di soia. L’impasto risulterà abbastanza morbido.
Trasferite il tutto in una teglia foderata con la carta forno e infornate a 180 gradi per30/40 minuti circa (io ho usato il forno ventilato).
Trascorsi 30 minuti vi consiglio di fare la “prova stecchino” per verificare il grado di cottura.

condividi dai non fare il tirchio!Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook